Musica Elettronica

Greg Davis

Greg Davis

Terzo album per Greg Davis, eclettico musicista di base a Chicago, attivo in più ambiti (fra jazz, hip hop, folk ed elettronica), qui a focalizzare l’attenzione su uno dei temi a lui più cari: l’integrazione tra strumenti acustici e trattamenti digitali. Una produzione negli esiti molto vicina ai territori ambient ma nella quale in ogni singola traccia, pur mantenendo un registro costante, viene sperimentato un differente strumento (suonato in tempo reale), elaborando le sonorità in droni, modificandole in concatenazioni non più organiche, astratte ma ancora comunicative. Tessiture alquanto dilatate, melodie iterate, toni ipnotici e quasi sacrali, pur se ottenuti usando un’armonica giocattolo, oppure al Fender Rhodes o con una Gibson acustica, a ricordarci (qualora l’avessimo dimenticato) che nuove tecniche e idee sono sempre all’orizzonte.

Album d’esordio (dopo due ep, ‘Regular Pleasures’ e ‘Casual Friday’, più una manciata di remix su singolo, sempre pubblicati da Morris Audio) per lo svizzero Michael Bueeler che utilizzando il moniker Dash